Come adattare lo stile Scandi Chic per la vita quotidiana?

Se siete amanti dello stile semplice, pulito e funzionale, allora lo stile scandinavo è quello che fa per voi. Questo design nordico, nato nei paesi del Nord Europa, si caratterizza per i suoi spazi luminosi, i colori chiari, la predominanza del legno e una grande attenzione per il dettaglio. Scopriamo assieme come portare un tocco di Scandi Chic nella nostra vita quotidiana e arredare la nostra casa con un gusto tutto nordico.

Un po’ di storia dello stile Scandinavo

Prima di addentrarci in dettagli pratici, è utile conoscere un po’ di storia di questo stile. Lo stile scandinavo trae origine dai paesi nordici – Svezia, Norvegia, Danimarca e Finlandia – a partire dagli anni ’50 del secolo scorso. Queste nazioni, famose per i loro inverni lunghi e bui, hanno sviluppato un gusto dell’arredamento che punta a massimizzare la luce e a creare un’atmosfera accogliente e calda.

Avez-vous vu cela : Come stilizzare il piccolo abito bianco per diverse occasioni?

Il design nordico si basa su una filosofia di vita che privilegia la funzionalità e la semplicità. I mobili sono pensati per essere pratici e comodi, senza rinunciare all’estetica. Il legno, in particolare di betulla, pino e frassino, è il materiale privilegiato, e non è raro vedere travi a vista e pavimenti in legno nelle case arredate in stile scandinavo.

I colori dello stile nordico

I colori dello stile nordico sono chiari e neutri. Il bianco, in particolare, è molto usato, sia per i muri che per i mobili. Questo colore, infatti, riflette la luce e contribuisce a creare un’atmosfera luminosa e spaziosa. Al bianco si abbinano spesso grigi chiari, beige e altri toni pastello.

A lire également : Quali sono i migliori consigli per indossare i colori metallici?

I colori vivaci vengono utilizzati con parsimonia, come dettagli che danno un tocco di vivacità all’ambiente. Si possono trovare cuscini, tappeti o quadri con toni accesi, ma sempre in equilibrio con i colori neutri predominanti.

Un’altra caratteristica dello stile scandinavo è l’uso di motivi geometrici, che si ritrovano in tessuti, ceramiche e quadri. Questi disegni aggiungono un elemento di interesse e rompono la monotonia dei colori neutri.

Arredare il soggiorno con lo stile Scandinavo

Il soggiorno è il luogo della casa dove si passa la maggior parte del tempo, dove si ricevono gli ospiti e si godono i momenti di relax. Arredare il soggiorno in stile scandinavo significa creare un ambiente accogliente e funzionale, dove ogni elemento ha un ruolo.

I mobili devono essere semplici e lineari, spesso in legno chiaro. Il divano, di solito, è di colore chiaro e viene abbinato a cuscini e coperte dai toni pastello o naturali. Un tipico elemento dello stile nordico è la poltrona di design, come la famosa Poltrona Egg di Arne Jacobsen o la Poltrona Panton di Verner Panton.

Un elemento di arredo molto diffuso è la libreria, spesso a vista e utilizzata non solo per conservare i libri, ma anche per esporre oggetti di design, piante o quadri. Anche la TV, in uno stile nordico, non deve essere nascosta, ma inserita nell’arredo in modo armonico.

Creare una camera da letto in stile Scandinavo

La camera da letto, in uno stile nordico, è un luogo di pace e tranquillità. I colori sono neutri e rilassanti, e il letto è il vero protagonista della stanza.

Il letto, di solito, ha una struttura in legno e viene arricchito con lenzuola, coperte e cuscini di colori naturali. Un elemento tipico delle camere da letto scandinave è la coperta di lana, che aggiunge un tocco di calore e comfort.

I mobili sono essenziali: un comodino, una cassettiera, forse una sedia o una piccola scrivania. Spesso si trovano anche dei ripiani o delle mensole, dove si possono mettere libri, piante o quadri.

A completare l’arredo ci pensano le lampade: quelle da tavolo sono spesso di design e si caratterizzano per le loro forme semplici e pulite. Le lampade da parete o da soffitto, invece, sono di solito molto minimaliste, con colori neutri e forme geometriche.

Aggiungere un tocco naturale con le piante

Un elemento che non può mancare in uno stile nordico è la presenza di piante e fiori. Le piante, infatti, contribuiscono a creare un’atmosfera naturale e rilassante, oltre a purificare l’aria.

Le piante più comuni nelle case scandinave sono le felci, le piante grasse, le piante rampicanti e le orchidee. Queste piante non richiedono molta cura e si adattano bene agli interni.

Anche i fiori sono molto usati nel design scandinavo, sia freschi che secchi. I fiori freschi, di solito, vengono messi in vasi semplici e trasparenti, mentre i fiori secchi possono essere appesi alle pareti o messi in vasi di ceramica.

Lo stile Scandinavo in cucina

La cucina rappresenta il cuore della casa e nel design scandinavo non fa eccezione. In un ambiente come la cucina, lo stile scandinavo esalta la funzionalità senza tralasciare l’estetica. Le linee pulite e i colori chiari dominano la scena, rendendo l’ambiente rilassante ed efficiente.

Le cucine scandinave sono spesso dotate di armadi bianchi o in legno chiaro, con maniglie minimaliste o spesso senza per enfatizzare la semplicità. Le superfici di lavoro sono ampie e prive di ingombro, rafforzando l’idea di funzionalità. L’illuminazione è un elemento chiave: si privilegia la luce naturale, ma non mancano lampade a sospensione o fari incassati per garantire una buona illuminazione anche nelle ore serali.

Un elemento tipico delle cucine scandinave è l’isola o il bancone, che fungono da punto focale dell’ambiente e spazio per mangiare e socializzare. Sono spesso realizzati in legno chiaro o con un piano di lavoro in acciaio o marmo, per un tocco di eleganza.

Infine, non mancano mai gli accessori: barattoli per gli ingredienti, piante aromatiche, utensili da cucina di design. Tutto è organizzato e a portata di mano, ma sempre con un occhio alla bellezza.

I tessuti nello stile scandinavo

I tessuti giocano un ruolo importante nello stile scandinavo, contribuendo a creare un’atmosfera accogliente e confortevole. Il cotone e il lino sono i materiali più utilizzati, preferiti per la loro naturalezza e la capacità di dare un tocco di freschezza agli ambienti.

Le tinte unite predominano, con colori neutri, bianchi o grigi chiari che si mescolano con tonalità pastello per dare un tocco di colore. Ma non mancano i motivi geometrici, che aggiungono un elemento di interesse e rompono la monotonia dei colori neutri.

I tessuti vengono utilizzati in vari modi: dalle tende ai tappeti, dai cuscini alle coperte. Le tende, spesso bianche o in tinte pastello, sono leggere e lasciano filtrare la luce. I tappeti, di solito in lana, aggiungono un tocco di calore e comfort.

I cuscini e le coperte non sono solo funzionali, ma diventano veri e propri elementi d’arredo. Possono avere colori vivaci o motivi geometrici, e vengono abbinati in modo da creare un’armonia di colori e forme.

Conclusione

Lo stile scandinavo, con la sua semplicità, funzionalità e attenzione per il dettaglio, è in grado di creare ambienti accoglienti, luminosi e rilassanti. Che si tratti del soggiorno, della camera da letto, della cucina o della scelta dei tessuti, ogni elemento è pensato per creare un ambiente armonioso e pieno di luce.

L’uso di colori chiari e neutri, la predominanza del legno, la presenza di piante e fiori e l’attenzione per il dettaglio sono tutti elementi che contribuiscono a creare un’atmosfera scandinava. Nonostante la sua apparente semplicità, lo stile scandinavo richiede una cura e un’attenzione particolari nella scelta dei mobili e degli accessori.

In conclusione, lo stile scandinavo non è solo un trend dell’arredamento, ma una vera e propria filosofia di vita che si riflette negli ambienti della casa. Un modo di vivere gli spazi in modo semplice e naturale, senza rinunciare all’estetica e alla bellezza. Se amate la semplicità e la funzionalità, il design scandinavo potrebbe essere la scelta giusta per voi.

Diritto d'autore 2024. Tutti i diritti riservati